Kor – Regno di Lagoblu – Le razze

https://rhineville.deviantart.com/art/Everyone-s-Friend-375057587

Nel regno, anche se composta in maggioranza da umani, la popolazione comprende varie razze umanoidi. Di seguito sono elencate quelle principali e le reazioni con le quali vengono solitamente accolte.

Elfi

Gli elfi del Mondo di Kor si dividono in due sottorazze principali: i Figli dell’Albero e le tribù nomadi Morin

Figli dell’albero

Gli autoproclamati custodi dell’Albero Mondo vivono nel profondo nord a migliaia di leghe da Lagoblu, intorno e sopra a Drayssil, il gigantesco albero piantato dalla dea Aso-Daira. Hanno la pelle di varie sfumature di verde. Nessun Figlio dell’Albero è stato visto a Lagoblu da centinaia di anni.

Morin

I Morin sono divisi in centinaia di clan di allevatori nomadi. I loro territori si estendono per tutte le pianure a sud di Lagoblu fino alla lontana giungla di Demenia. Venerano anche loro la dea Aso-Daira come loro creatrice ma la loro religione è più incentrata su aspetti sciamanistici e animisti. Tendono ad avere la pelle scura, spesso quasi nera, ma talvolta nasce un elfo biondo e dalla pelle chiarissima. Inspiegabilmente questo non desta nessuna reazione particolare tra i morin. Gli elfi Morin sono una presenza comune a Lagoblu dove vengono a vendere i loro cavalli e a volte qualche carico di legno d’ebano proveniente da Demenia. Sono un popolo riservato ma apprezzano gli spettacoli e la musica nelle locande di Lagoblu.

Halfling

La maggior parte degli halfling del regno vive nel villaggio di Missana dove allevano maiali e una peculiare razza di pony discendente dai cavalli Morin. Gli halfling di Missana sono persone rilassate, accoglienti e con una spiccata tendenza a festeggiare ad ogni minima occasione. La fama della loro produzione di salumi di ogni tipo è diffusa oltre i confini del regno e non è raro l’arrivo al piccolo paese di grosse carovane.

Nani

La maggior parte dei nani di Lagoblu vive e lavora sull’Isola di Ferro. L’isola è ricchissima di minerali ferrosi e nei punti più bassi delle miniere si dice che i nani scavino direttamente nel ferro puro. Sull’isola, oltre al ferro grezzo, vengono prodotte anche molte armi che grazie alle rotte commerciali vengono vendute ai regni del nord e alle fortezze situate sui monti del Muro del Deserto. Non tutti i nani condividono l’amore per le fredde miniere e molti vivono nella città di Lagoblu e nei villaggi agricoli vicini. Dei nani è leggendaria la capacità di portare rancore o riconoscenza per anni, un detto molto comune per indicare una cosa di poca importanza è “se la scorderebbe anche un nano”.

  • Polo Brescol è il rappresentante eletto dei nani dell’Isola del Ferro e componente del Consiglio del Re.

Umano

Gli umani rappresentano la maggior parte della popolazione. I primi umani che giunsero nella regione erano, circa due millenni fa, i profughi in fuga dalla città di Blesh, una delle tre città dell’antico impero distrutta dalle armate dei demoni. La cultura blesherita permea la regione e l’architettura fatta di tetti spioventi, portici in legno e finestre rotonde ne è, insieme alla lingua, la traccia più evidente. I blesheriti hanno generalmente capelli e occhi scuri, pelle bronzea e altezza media (per un umano). Non è però infrequente incontrare altre etnie umane: le carovane che portano ferro e armi verso nord e verso ovest attraversano molte regioni e regni diversi.

Umani importanti

  • Kora Emelkor, ghainariana, sacerdotessa della Chiesa Creazionista e componente del Consiglio del Re. Originaria di Ghainar una magocrazia ad alcuni mesi a nord di Lagoblu.
  • Re Baltar IV, blesherita

Dragonide

I dragonidi sono discendenti dei Draghi Guardiani che combatterono al fianco di umani e gnoll contro gli eserciti dei demoni due millenni fa. Ora la maggior parte di essi dedica la vita a presidiare le fortezze e i monasteri sul Muro del Deserto, la catena montuosa che separa le terre civilizzate dal grande deserto. Servire nelle fortezze e nei monasteri non è però un obbligo nella società dragonide e alcuni preferiscono dedicarsi all’avventura o all’esplorazione, altri ancora cedono ai sussurri di Ogma (divinità draconiana affine alla Distruzione). Non ci sono dragonidi residenti nel regno ed è piuttosto raro incontrarne, quando accade vengono generalmente trattati con rispetto.

Gnomi

Una grossa fetta del commercio e dell’artigianato a Lagoblu è in mano agli gnomi. Sono saldamente in mano gnomica il commercio del kafferano, una spezia che i Morin raccolgono ai confini di Demenia. La loro vita si svolge senza particolari differenze rispetto a quella degli altri abitanti, con un’eccezione: Norm DeTorrione.

  • Nord DeTorrione è proprietario e maestro dell’Accademia (una piccola scuola di magia) e fa parte del Consiglio del Re.

Mezzelfi

Non ci sono stime sul numero di mezzelfi presenti a Lagoblu ma sono non sono una vista rara. I buoni rapporti e i frequenti commerci con le tribù elfiche del sud non di rado finiscono con una gravidanza più o meno attesa. I mezzelfi non hanno uno status particolare a Lagoblu ed è altrettanto probabile che il bambino resti con la sua famiglia umana o con quella elfica.

Mezzorchi

I mezzorchi di Lagoblu sono una razza fiera e irascibile. Discendono dagli schiavi gladiatori dell’antico impero che furono liberati in cambio della loro partecipazione alla guerra contro i demoni. Non sono frutto dell’unione tra un umano ed un orco. Gran parte dei mezzorchi del regno trova lavoro presso i moli del porto della Città di Lagoblu o come braccianti agricoli dove la loro forza trova un facile impiego. I mezzorchi mantengono una orgogliosa tradizione orale riguardo alle gesta dei loro antenati gladiatori. Quelli che non desiderano una vita onesta facilmente trovano un occupazione nel sottobosco criminale del regno.

Tiefling

I tiefling sono forse l’unica razza apertamente discriminata nel regno di Lagoblu. Il loro retaggio diabolico o demoniaco è fonte nel migliore dei casi di paura e nel peggiore di aperto odio e disprezzo. Non è improbabile che le guardie o i soldati tentino di catturare un tiefling anche senza un motivo evidente, che commercianti e artigiani si rifiutino di vendere e comprare merce e che le persone in generale rifiutino ogni interazione col tiefling. Uno dei principali motivi per questo odio è la storia della caduta di Blesh provocata dai tiefling accolti come rifugiati in città e che nella notte aprirono le porte alle orde demoniache.

Coboldi

I coboldi sono una delle prime razze create. Furono creati da una divinità dimenticata e in seguito corrotti da Dagto. Combatterono dalla parte dei demoni fino alla caduta dell’antico impero. Nessuno sa effettivamente il motivo ma essi rinnegarono Dagto e l’alleanza con i demoni. Lavorando segretamente nelle retrovie riuscirono a destabilizzare l’esercito a sufficienza permettendo all’alleanza di umani, elfi e gnoll di ribaltare le sorti della guerra.  L’alleanza con i demoni è comunque rimasto un marchio d’infamia e i coboldi oggi sono relegati al ruolo di servitori e bassa manovalanza. I coboldi che vivono nella Città di Lagoblu hanno sfruttato il sistema fognario per ricavarne abitazioni fino al punto da aver costruito un piccolo quartiere sotterraneo. Per le dimensioni dei cunicoli questo agglomerato senza nome è frequentato solo da coboldi, gnomi e occasionalmente da qualche nano. I coboldi sono grandi consumatori di kafferano che usano come condimento e che gli provoca uno stato di leggera euforia.

Gnoll

Sono passati due millenni da quando gli eserciti gnoll seguirono i demoni in rotta nel Grande Deserto. Da allora nessuno ne ha più visto uno e nessuno ne conosce effettivamente l’aspetto: alcune leggende ne parlano come uomini bestia, altre come creature alte ed esili con lunghe code, altre ancora come giganti dalle armature scintillanti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.