Kor – Ambientazione

Il mondo di Kor è l’ambientazione che ho creato per una vecchia campagna giocata con AD&D 2nd edition. E’ nata come un’ambientazione ridotta, focalizzata inizialmente inizialmente sul ducato di Lagoblu, alla quale ho poi aggiunto un po’ di materiale che sto risistemando e adattando a Pathfinder. Comincerò con la cronologia del mondo per poi, man mano che adatto il materiale, aggiungere le descrizioni dei luoghi e dei png principali.

Visto che sto adattando il materiale che avevo a Pathfinder farò riferimento al Pathfinder Reference Document in italiano (sul sito de Il 5° Clone) e al Rules Archive (PRD) sul sito Paizo. Alcuni mostri e razze vengono da ambientazioni particolari (es. Mystara) mentre altri sono modifiche che feci alle creature di AD&D 2nd, cercherò di adattarli al meglio possibile.

Introduzione

Quando cominciai la campagna di Kor avevo un problema: far giocare alcuni giocatori molto esperti con giocatori assolutamente neofiti e far divertire tutti. Sa mia soluzione allora fù di permettere ai giocatori esperti di interpretare personaggio assolutamente fuori dagli schemi (utilizzando tutte le regole avanzate) e mischiarlo con personaggi più normali giocati dai neofiti. Può sembrare banale ma all’epoca funzionò e padre Grog, il coboldo chierico, anche se non veniva mai preso sul serio non è stato dimenticato.

Il mondo di Kor è un mondo particolare, indirettamente è figlio sia di vecchie campagne giocate come giocatore e di altre dirette come master. E’ un mondo che si è appena ripreso da un’era di cataclismi e di lotte divine e del quale gli umani occupano solo una piccola parte. In questo mondo non esistono halfling e gli elfi non sono una razza tanto importante, raramente escono dalle loro foreste e non hanno mai costituito una civiltà organizzata. Curiosamente le prime due razze create sono stati gli gnoll (Kor) e i coboldi (Ae-thou), poi tutte le altre.

Gli gnoll sono una razza nobile e fiera nonostante il loro aspetto bestiale. Sono orgogliosi, battaglieri ma raramente la loro superbia sfocia in malvagità. Gli gnoll attuali vivono quasi esclusivamente nei deserti al centro del continente, è raro incontrare avventurieri gnoll nelle terre degli umani ma può capitare.

Immagine dal sito Paizohttp://paizo.com/paizo/blog/v5748dyo5lfyv?A-Visitors-Guide-to-Osirion
Immagine dal sito Paizo http://paizo.com/paizo/blog/v5748dyo5lfyv?A-Visitors-Guide-to-Osirion

I coboldi sono la seconda razza creata. Il loro creatore è Ae-thou. Non sono particolarmente svegli ma sono tenaci. Sono molto comuni nelle terre degli umani con i quali vivono fianco a fianco, in effetti di solito vivono sotto gli umani in tutti i sensi: abitano spesso caverne e sistemi fognari al di sotto delle città e fanno parte delle caste più umili della società (servitù, schiavi, ecc.). I coboldi originari dell’ambientazione erano quelli di AD&D non esattamente rettili, con una lunga coda tipo ratto. Nel sistema D20 i coboldi sono a tutti gli effetti imparentati con i draghi, per quanto riguarda l’aggiornamento dell’ambientazione cambia poco e quello che c’è nel bestiario di Pathfinder è sufficiente anche a creare personaggi coboldi. Se volete sapere come sono i coboldi potete ascoltare/guardare le puntate di Fumble dedicate ai coboldinelle quali ho ritrovato ad distanza di anni lo spirito col quale fu interpretato Padre Grog.

I coboldi della D&D quarta edizione. Kobolds, as depicted in the article "Creature Incarnations: Kobolds" within Dragon 364. http://wizards.com/default.asp?x=dnd/drcinc/20080620a
I coboldi della D&D quarta edizione.
Kobolds, as depicted in the article “Creature Incarnations: Kobolds” within Dragon 364.
http://wizards.com/default.asp?x=dnd/drcinc/20080620a

 

Le altre razze sono state create da altre divinità imitando Kor e Ae-thou.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *